giovedì 25 aprile 2013

Amarcord - Tommy la stella dei Giants (seconda serie)

Amarcord - Tommy la stella dei Giants 2
Nell'ottobre del 1977 la Yomiuri Television, legata al potente gruppo Yomiuri (uno dei quotidiani più diffusi nel paese), aveva deciso di produrre la seconda serie televisiva del cartone "Tommy la stella dei Giants", aggiungendo semplicemente la parola "shin" (nuovo) davanti al titolo originale. In pratica "Le nuove avventure di Tommy". I disegni vennero stravolti rispetto alla serie precedente, così come la trama, decisamente di taglio più adulto. L'autore Ikki Kajiwara, che collaborò anche al soggetto del cartone, decise di imprimere alla storia una matrice cronologicamente più realistica, rispettando la crescita di Tommy non più ragazzino.

La copertina del primo albo del manga.

Fu così che trovò nuova linfa anche il seguito del manga, che nel frattempo era uscito da un anno, nell'ottobre del 1976, sulle pagine della rivista Shūkan Yomiuri (Yomiuri Weekly), e che proseguì fino all'aprile del 1979. Nel giro di una manciata di storie, diventò uno dei punti di forza della collana. L'inconfondibile tratto spigoloso ed il sapiente uso del bianco e nero (furono di molto aiuto gli inchiostratori) completarono splendidamente le situazioni e la caratterizzazione dei personaggi. Un fumetto diverso dalla saga precedente, più maturo, che era riuscito a conquistare i favori del grande pubblico. Se siete dei nostalgici degli anni Settanta questo può essere un manga che fa per voi. Si può notarlo già dall'abbigliamento di Tommy. Fin dalle prime pagine lo si vede cresciuto e muscoloso, con i capelli lunghi, le basette foltissime, una maglietta nera attillata, gli stivaletti a punta ed un bel paio di Ray Ban squadrati ed avvolgentiAnche se va detto che i Ray Ban Aviator sono un pezzo intramontabile, come il jeans, non passano mai di moda!




Dato importante da sottolineare è che, mentre la serie originale era debuttata nel 1966 grazie alla casa editrice Kōdansha, della seconda si occupò totalmente la rivista del gruppo Yomiuri, storico sponsor della squadra di baseball dei Giants. Per intenderci tra le due parti lo stesso rapporto che c'è tra Juventus e F.I.A.T. L'intento era mantenere vivo l'interesse per la squadra ed accontentare le richieste dei milioni di appassionati dei Giganti. 
Malgrado i fan fossero ancora affamati di novità sulla stella dei Giants e la Tokyo Movie Shinsha avesse già preparato la terza stagione del cartone prevista per marzo 1979, pur col sostegno del manga targato Yomiuri, l'ultima serie si rivelò a dir poco fallimentare. Si pensò  che la trasmissione sarebbe stata seguita soprattutto da un pubblico giovane e gli autori decisero di privilegiare questi nuovi lettori adeguando i personaggi. Un segno dei tempi, ma anche una conseguenza dell'arrivo di una nuova generazione di lettori che aveva conosciuto Tommy in televisione. 

Harvey, Susan e Sachiko.

Degni di nota di questa terza fase di Tommy furono alcuni nuovi comprimari, come il ricevitore Harvey (Futoshi Marume), la D.J. Susan (Yoko) e la bambina Carolyn (Sachiko). Il plot si rivelò però troppo stravolto, a tratti infantile, le trame ne risentirono, le storie si semplificarono, privilegiando l'aspetto comico a discapito della vena drammatica che aveva sempre contraddistinto la serie. La vicenda diluita in un'altra stagione non contribuì a mantenere vivo l'interesse del pubblico storico, che snobbò le nuove avventure di Tommy. 





Una panoramica sui personaggi principali del manga:
Tommy Young (Hyūma Hoshi): Reduce da nove anni trascorsi tra le montagne, Tommy riesce a rientrare nei Giants superando il test annuale della franchigia di Tōkyō. Il tryout è un esame fisico attitudinale aperto a chiunque voglia farsi notare dai professionisti. Parte come battitore, poi viene spostato nel ruolo di lanciatore destro.


Charlie Red (Chūta Ban): dopo l'uscita di scena di Tommy, Charlie aveva abbandonato la squadra dei Dragons ed il baseball professionistico. Lavora come dirigente presso la ditta di famiglia, ma si fa in quattro per aiutare l'amico inseparabile a rientrare nel giro del baseball che conta.




Alexander Mitchell (Mitsuru Hanagata): anche Alexander aveva chiuso col baseball, ma la ricomparsa di Tommy lo scuote dal torpore della vita quotidiana e lo spinge a tentare il rientro con la squadra degli Yakult. Il desiderio di ribattere i lanci dell'antico rivale gli dà nuova carica, nonostante moglie e suocero non siano d'accordo con la sua decisione.




Giusy Young/Mitchell (Akiko Hanagata): la sorella di Tommy si è sposata con Alexander. La si vede spesso indossare dei kimono, segno di classe e ricchezza, in contrapposizione agli stenti del passato. Nel cartone darà alla luce il primogenito di Alexander proprio in coincidenza con la morte del padre Arthur.


Simon Holden (Hōsaku Samon): Simon si è sposato con l'ex teppista Alice (Yōko, la quale prima tingerà i capelli biondi sinonimo di ribellione e poi, fidanzatosi con Simon, ritornerà al nero originale). Grazie alle sue prodezze Simon è riuscito finalmente a dare una vita confortevole ai suoi numerosi fratellini. Possiede un prezioso manuale nel quale ha annotato, da buon ricevitore, tutte le caratteristiche dei suoi rivali.


Arthur Young (Ittetsu Hoshi): nonostante si fosse parecchio ammorbidito rispetto al passato, il padre di Tommy ritrova il vecchio ardore quando viene a sapere che il figlio si è riavvicinato al mondo del baseball. Inoltre escogita un altro complicato congegno che aiuterà il ragazzo a sviluppare la potenza del suo braccio destro. Coi capelli bianchi sembra davvero un'altra persona.




Bill Thunder (id.): è l'allenatore americano contattato da Charlie, che vola in Giappone per aiutare Tommy a rientrare nei Giants. All'inizio non spiccica una parola di giapponese, ma si fa sempre capire dai diretti interessati. Nel corso della storia cambia squadra e va ad allenare gli Hanshin Tigers, nemici storici dei Giants, diventando un pericoloso rivale per il protagonista.

11 commenti:

  1. Inutile dire che questo mi manca, per ovvi motivi visto che in italia da quello che ricordo la seconda serie non e mai arrivata.

    Grazie ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pedro, per caso ti riferisci al cartone?
      Io ricordo che la seconda serie di "Tommy" ando' in onda nei primi anni Novanta su parecchie TV private.

      Elimina
    2. Questa e una cosa di cui non ero a conoscenza, credevo che in italia fosse giunta solo la prima. Ammetto anche che in giro per il web non viene quasi mai menzionata questa seconda stagione della serie.

      Elimina
    3. Pedro , ho letto la tua risposta su tommy la seconda serie. In italia è stata passata piu' volte su reti private subito dopo la prima.
      E' divisa in 52 puntate + 23.
      Io le sto mettendo su you tube visto che ne sono in possesso ( eccetto la 23 di cui ho parlato con hakata).
      ciao!

      Elimina
  2. Ciao sono Moreno, amo questo cartone da quando sono piccolo. Posso chiedere a chi conosce e sa leggere il giapponese cosa c'è scritto alla fine dell'ultima serie. Tommy prende la nave e va via, ma non ho mai potuto tradurre quanto scritto...ho potuto solo andare di fantasia:)
    Grazie
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Ad ogni modo la serie è ora in onda su Sky e siamo arrivati al superlancio n.3
    Andava anche in onda fino a qualche mese fa anche in onda su un canale free tipo Anime Gold....io lo vedo in lombardia credo sia sotto telecity. COme sempre del resto:)
    Un saluto a tutti i fans.
    Moreno

    RispondiElimina
  4. Ciao Moreno, purtroppo la serie non ce l'ho e non posso controllare. Se riesci in qualche modo a farmi avere un'immagine, te la traduco volentieri.

    RispondiElimina
  5. Ciao rieccomi, ho recuperato la scritta, purtroppo non so come fartela avere il blog non permette di uplodare immagini di risposta. Ti giro il mio contatto facebook. https://www.facebook.com/moreno.ciaccia
    Ho impostato la cover del profilo con la schermata con il testo:)
    Mi faresti un grandissimo favore se riuscissi a tradurla:)
    Grazie mille.
    Ciao
    Moreno

    RispondiElimina
  6. Ciao Moreno, grazie dell'immagine. Davvero interessante, non la ricordavo. E chi se l'aspettava... si tratta di una frase estratta dal "Jean-Cristophe", celebre romanzo del drammaturgo francese Romain Rolland tradotto pure in giapponese.

    いつの日にか私は再び
    itsu no hi ni ka watashi wa futatabi
    生まれるであろう・・・
    umareru de arou...
    数々の新しい戦いのために
    kazukazu no atarashii tatakai no tame ni

    ロマン・ロラン Romain Rolland
    (ジャンクリストフ)(Jean-Cristophe)


    Traduzione:
    "Chissà che un giorno io non rinasca di nuovo...
    per (affrontare) tante nuove battaglie."


    Vista la fama del romanzo, sicuramente esiste una traduzione "ufficiale" e probabilmente più consona di questa. Magari rintracciando l'opera si potrebbe risalire al punto in oggetto.
    Ciao!

    RispondiElimina
  7. Grandissimo! Grazie mille è da 15 anni che mi chiedevo cosa ci fosse scritto.
    A questo punto mi andrò a cercare l'autore:)
    Grazie ancora

    Ciao
    Moreno

    RispondiElimina
  8. Ma quindi la seconda serie sarebbe in realtà la seconda più la terza. Quindi la puntata finale in cui si vede

    SPOILER

    Tommy che si ritira definitivamente, nasce il figlio di Alexander e la sorella di Tommy, muore Arthur, il padre di Tommy

    FINE SPOILER

    fa parte della terza serie! Ah, però!
    Per 10 anni mi sono chiesto di cosa trattasse questa "misteriosa" terza serie visto che nella seconda avevo visto che si era ritirato e ho scoperto a quanto pare che la terza è la seconda parte di Tommy che è tornato a giocare!

    RispondiElimina